Ricerca codice fiscale associazioni per 5 per mille

I contribuenti anche per il 2013 avranno la possibilità di scegliere di destinare una quota pari al 5 per mille dell’irpef a un’associazione o a un ente del terzo settore, con finalità di interesse sociale. Il 5 per mille è stato, infatti, riconfermato dal Dl 95/2012 per le medesime categorie ammesse l’anno scorso.
Nell’area destinata al 5 per mille della propria dichiarazione dei redditi, i contribuenti potranno, infatti, optare per le seguenti categorie:

  • sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori specificati all’art.10, del D. ls. 460/1997;
  • finanziamento della ricerca scientifica e della università;
  • finanziamento della ricerca sanitaria;
  • finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici;
  • sostegno delle attività sociali svolte dal comune di residenza;
  • sostegno alle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute a fini sportivi dal CONI.

Il contribuente dovrà specificare, per indicare la propria scelta di 5 per mille, il codice fiscale dell’ente (tranne nel caso delle attività comunali e di quelle a tutela dei beni culturali, gestito direttamente dal Ministero di riferimento) e sottoscrivere con una firma il box d’interesse.
Gli elenchi delle associazioni beneficiarie saranno gestiti dall’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda le categorie di volontariato e le associazioni sportive, mentre il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca si occuperà della ricerca scientifica e della università e il Ministero della Salute della ricerca sanitaria.
Sul sito web dell’Agenzia delle Entrate verrà poi pubblicato un utile motore di ricerca per i codici fiscali 5 per mille di tutte le associazioni e degli enti ammessi al beneficio. Il contribuente quindi potrà cercare direttamente dal portale il codice fiscale 5 per mille d’interesse e segnalarlo sulla propria dichiarazione dei redditi.

CONVIDERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *