Software compilazione 5 per mille 2019

Software di compilazione 5 per mille

Per facilitare la compilazione del 5 per mille da parte degli enti di volontariato e delle
associazioni sportive dilettantistiche è stato realizzato un apposito software che snellirà tale procedura e soprattutto eviterà che si commettano errori. Vediamo come funziona il nuovo software compilazione 5 per mille e se è davvero utile e semplice da usare.

Il 5 per mille: quali associazioni possono beneficiarne?

Prima di comprendere come funziona il software per la compilazione è opportuno specificare a cosa ci si riferisce con la dicitura 5 per mille e quali sono gli enti o associazioni che possono beneficiare di tale contributo. Il 5 per mille è una quota dell’IRPEF che il contribuente sceglie di destinare a specifici enti o associazioni che operano nel campo del volontariato, dello sport, della promozione sociale, ecc. L’indicazione del 5 per mille deve essere specificata nella dichiarazione dei redditi, selezionando la categoria di appartenenza o indicando il codice fiscale dell’associazione beneficiaria. In particolare, il contribuente può decidere di destinare il proprio 5 per mille a:

  • associazioni di volontariato o organizzazioni no profit di utilità sociale;
  • associazioni sportive dilettantistiche;
  • associazioni di promozione sociale;
  • sostenere e promuovere i progetti di ricerca scientifica e dell’Università;
  • sostenere la ricerca sanitaria;
  • per finanziare progetti di promozione e valorizzazione di aree protette, beni culturali e paesaggistici;
  • finanziare progetti di utilità sociale del proprio comune di residenza.

 

L’elenco del 5 per mille

Gli enti o le associazioni che abbiamo sopraelencato per poter beneficiare del 5 per mille versato dai contribuenti devono essere iscritte in un apposito elenco pubblicato annualmente dall’Agenzia delle Entrate. Il software per la compilazione del 5 per mille è stato creato per tutte le associazioni che vogliono usufruire di questo contributo ed essere inserite nell’elenco. Il 25 maggio di ogni anno viene pubblicato l’elenco permanente, mentre gli enti e le associazioni possono iniziare ad inviare le domande già a partire dal 29 marzo. Il termine per la presentazione dell’iscrizione all’elenco del 5 per mille è fissato al 7 maggio.

Il software dell’Agenzia delle Entrate per il 5 per mille

Per snellire la procedura telematica di iscrizione degli enti e delle associazioni con fini di utilità sociale all’elenco dei beneficiari del 5 per mille è stato creato un apposito software che possono scaricare e utilizzare coloro che sono iscritti a Fisconline o ad Entratel. Il software è molto semplice da usare e prevede pochi passaggi per l’iscrizione all’elenco permanente, ma è sempre opportuno prima di procedere all’invio della domanda controllare i dati inseriti per non rischiare di doverli rettificare in seguito. Il software è scaricabile dal sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate e le domande di iscrizione devono pervenire entro e non oltre il 7 maggio dell’anno corrente. Per variazioni o correzioni di eventuali errori bisogna invece inviare una raccomandata a/r o tramite posta certificata all’Agenzia delle Entrate entro il 21 maggio.

Come usare il software per la compilazione del 5 per mille

Per scaricare il software dell’Agenzia delle Entrate dovrete accedere al sito ufficiale e visitare l’apposita sezione “domanda 5 per mille” e cliccare sul link presente sulla pagina per poter consentire l’inizio dell’installazione. Completata la procedura di installazione bisognerà aprirlo e nella prima schermata inserire i dati anagrafici dell’associazione. In particolare, sarà necessario inserire:

  • il codice fiscale dell’associazione;
  • la denominazione o ragione sociale;
  • l’indirizzo completo di numero civico, CAP, comune ed eventuali altre indicazioni utili (piano, interno).

 

La seconda parte della schermata denominata serve per identificare il tipo di ente o associazione che si vuole iscrivere nell’elenco, ad esempio se si è un’associazione di promozione sociale come previsto dal D. Lgs. 460/97 bisognerà sbarrare l’apposita casella. Nella seconda schermata invece devono essere indicati tutti i dati personali del legale rappresentante dell’associazione (nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo mail). Terminato l’inserimento dei dati relativi all’associazione e al suo legale rappresentante la terza schermata concerne l’inserimento degli estremi dell’iscrizione dell’ente nell’apposito registro regionale, inoltre altresì dichiara di voler essere ammesso al beneficio del 5 per mille per l’esercizio finanziario dell’anno in corso. Si indica il luogo e il giorno in cui è stata compilata la dichiarazione sostitutiva per l’iscrizione nell’elenco degli enti beneficiari e si procede all’invio della domanda. L’iscrizione all’elenco è permanente e non deve essere rinnovata anno per anno, salvo che vi siano modifiche o variazioni significative: cambio del legale rappresentante, cambio denominazione sociale, ecc.

La presentazione della dichiarazione sostitutiva

Grazie al software dell’Agenzia delle Entrate, la procedura di compilazione del 5 per mille diventa davvero semplice e immediata, ma attenzione per completare la procedura di iscrizione è necessario fare un ulteriore passo: inviare la dichiarazione sostitutiva entro e non oltre il 2 Luglio dell’anno corrente. Il legale rappresentante deve inviare tramite raccomandata a/r alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che certifica la sussistenza dei requisiti che consentono a pieno titolo l’iscrizione nell’apposito elenco del 5 per mille. In alternativa, tale dichiarazione può essere inviata tramite PEC, allegando il documento di identità del legale rappresentante.

 

DEVI FARE LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI?

SCARICA E STAMPA I FAC SIMILE DEI MODELLI FISCALI 2019

Modello 730

Certificazione unica

Persone Fisiche

CONVIDERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *