FAQ 5 per Mille

5 per mille 2022

FAQ 5 per mille: le domande più frequenti

Le risposte agli interrogativi più frequenti sulla misura fiscale con la quale lo Stato sostiene enti no-profit o con finalità di ricerca scientifica e sanitaria.

Cos’è il 5 per mille?

È la quota dell’Irpef che il contribuente può donare a un ente che svolge attività sociali, possibilità istituita con Legge 23 dicembre n. 266 Art. 1 comma 337.

Il 5 per mille come funziona?

La quota percentuale sull’Irpef può essere devoluta ai beneficiari compresi negli elenchi dell’Agenzia delle Entrate. È sufficiente andare nella specifica sezione della dichiarazione dei redditi e inserire il codice fiscale dell’ente e la firma, in uno dei sette riquadri. Apponendo solo la firma ogni ente riceverà parte della quota.

Come si calcola il 5 per mille?

Bisogna dividere l’importo dell’imposta per mille e moltiplicare per 5.

A chi donare il 5 per mille

Agli enti accreditati: associazioni di volontariato, enti di ricerca, istituti a tutela dei beni culturali e del territorio, associazioni dilettantistiche sportive.

Dove trovo le associazioni a cui si può destinare il 5 per mille?

Sul motore di ricerca dell’Agenzia delle Entrate.

Posso devolvere il 5 per mille alla ricerca sanitaria?

Sì, se l’ente è compreso nelle liste del Ministero competente.

Posso donare il 5 per mille a un Comune?

Sì, se la destinazione del 5 per mille è il Comune di residenza anche se non si è domiciliati.

Posso donare il 5 per mille ad associazioni animali?

Sì, se è iscritta negli elenchi.

Posso donare il 5 per mille ad associazioni culturali?

Sì, se iscritte al Registro unico del Terzo settore.

Posso donare il 5 per mille a una associazione sportiva?

Sì, se iscritta negli elenchi. La competenza è del CONI in convenzione con l’Agenzia delle Entrate.

2 per mille, 5 per mille o 8 per mille?

Può essere devoluto il 2 per mille a un partito politico, il 5 per mille a organizzazioni che svolgono attività sociali e l’8 per mille allo Stato o a una organizzazione religiosa. Non sono alternative tra loro.

Cosa succede se non si sceglie la destinazione del 5 per mille?

Se il 5 per mille non viene devoluto rimane allo Stato.

Come inviare la propria scelta del 5 per mille?

Con la dichiarazione dei redditi, telematicamente o tramite Ufficio Postale.

Entro quando devo assegnare il 5 per mille?

L’assegnazione viene fatta dal contribuente durante la compilazione della dichiarazione da inviare nei termini previsti.

Posso donare il 5 per mille se non sono tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi?

In questo caso bisogna utilizzare la scheda del modello Certificazione Unica.

Gli enti devono effettuare la rendicontazione?

Il D.P.C.M. 19 marzo 2008 obbliga i percettori alla rendicontazione del 5 per mille e alla relazione sull’utilizzo.

DEVI FARE LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI?

SCARICA E STAMPA I FAC SIMILE DEI MODELLI FISCALI

Modello 730
Certificazione unica
Persone Fisiche
CONVIDERE